Chiedere la rateizzazione del pagamento di una sanzione relativa al Codice della Strada

Chi deve pagare una sanzione relativa al Codice della Strada e si trova in difficoltà economica può chiedere all’Ente che ha emesso la sanzione di rateizzarne il pagamento ai sensi del Decreto legislativo 30/04/1992 n. 285, art. 202-bis.


La sanzione da pagare:

  • > deve essere di tipo pecuniario e deve essere ammesso il pagamento in misura ridotta;

  • > può riferirsi a una o più violazioni accertate nello stesso momento con un solo verbale;

  • > deve avere un importo superiore a 200,00 €.


In base alle condizioni economiche e all’entità della somma da pagare, il pagamento può essere ripartito:

  • > fino a un massimo di dodici rate, se l’importo dovuto non supera 2.000,00 €

  • > fino a un massimo di ventiquattro rate, se l’importo dovuto non supera 5.000,00 €

  • > fino a un massimo di sessanta rate, se l’importo dovuto supera 5.000,00 €.

L’importo di ciascuna rata non può essere inferiore a 100,00 €.


Quando si chiede una rateizzazione della sanzione si rinuncia automaticamente alla facoltà di ricorre al Prefetto e al Giudice di Pace nonché a quella di pagare la sanzione con la riduzione del 30%.


Rateizzare l’importo prevede l’applicazione di interessi calcolati come dal Decreto del Presidente della Repubblica 29/09/1973, n. 602, a cui si aggiungono le eventuali spese per la notifica del piano di rientro.


L’istanza deve essere presentata entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione della violazione.

 

Requisiti soggettivi


Il soggetto può avvalersi della facoltà di rateizzazione del pagamento se si trova in condizioni economiche disagiate, con reddito imponibile ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, risultante dall’ultima dichiarazione, non superiore ad 10.628,16 €.


Se l’interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito imponibile ai fini IRPEF è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso l’istante, e il limite di reddito da prendere a riferimento di cui al periodo precedente è elevato di € 1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi.


Nel caso di sequestro del veicolo, lo stesso non potrà essere restituito in uso fino al completo pagamento dell’intera sanzione (saldo del piano di pagamento).

Allegati

Richiesta rateizzazione sanzioni [PDF - 504 KB - Ultima modifica: 15/06/2022]

Contenuto inserito il 15/06/2022 aggiornato al 15/10/2022

Informazioni

Nome della tabella
Riferimenti normativi
  • Art. 202-bis del D. Lgs. n. 285/1992 (Codice della Strada)
  • Unità organizzativa responsabile della fase istruttoria IV - Polizia Locale
    Telefono: +39 0733/548724 +39 335/442500
    Indirizzo: Piazza della Libertà n. 16
    E-mail: polizialocale@comune.pollenza.mc.it
    PEC: comune.pollenza.mc@legalmail.it
    Orario: L'Ufficio Polizia Locale è aperto tutti i giorni feriali dalle ore 8:00 alle ore 9:00 e dalle ore 19:00 alle 19:30
    Responsabile del procedimento Sost. Comm. Nicolas Fulvi
    PEC: comune.pollenza.mc@legalmail.it
    Chi contattare IV – Polizia Locale
    Soggetto competente all'adozione del provvedimento finale Sost. Comm. Nicolas Fulvi
    Termine procedimentale e ogni altro termine procedimentale rilevante Entro 90 giorni dalla presentazione dell'istanza deve essere adottato il provvedimento di accoglimento o di rigetto.
    Documenti da presentare
  • Copia della dichiarazione dei redditi IRPEF risultante dall’ultima dichiarazione del richiedente e di tutti i familiari conviventi
  • Titolare del potere sostitutivo in caso d'inerzia Giuliana Appignanesi

    torna all'inizio del contenuto
    torna all'inizio del contenuto
    Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità