Comunicazione di cessione di fabbricato

DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO

La dichiarazione di avvenuta cessione della disponibilità di un fabbricato è un obbligo giuridico derivante dall’art.12 D.L. 21/03/1978 n. 59, come convertito dalla legge 18/05/1978 n. 191. La finalità di tale adempimento è quella di consentire all’Autorità di Pubblica Sicurezza di essere a conoscenza dei dati delle persone che utilizzano un determinato fabbricato che, a vario titolo, può essergli stato ceduto in uso.

 

La comunicazione di cessione fabbricato non è più dovuta nei casi di:

> compravendita o locazioni di immobili regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate;

> nei casi di comodato d’uso regolarmente registrato o locazioni abitative effettuate nell’esercizio di attività di impresa arti o professioni.

 

I presupposti sono:

> la regolare registrazione del contratto (di vendita, locazione o comodato) presso l’Agenzia delle Entrate;

> che la cessione dell’immobile a titolo di vendita, locazione o comodato d’uso sia stata effettuata a cittadini italiani o comunitari.

 

L’obbligo di comunicazione di cessione fabbricato rimane in vigore solo nei seguenti casi (e quindi va obbligatoriamente presentata):

> nel caso di ospitalità (uso gratuito) di un cittadino extracomunitario per un tempo superiore a 30 giorni;

> quando la compravendita o la locazione o il comodato d’uso riguardi un cittadino extracomunitario.

 

RICHIEDENTI

La comunicazione deve essere presentata dal proprietario o da chi concede l’uso esclusivo di un fabbricato (appartamento, negozio o altro locale) o di parte di esso.

 

ATTI E DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL’ISTANZA E MODULISTICA NECESSARIA

La comunicazione di cessione fabbricato deve essere trasmessa con una delle seguenti modalità:

> consegnata, in duplice copia, presso l’Ufficio protocollo, che ne rilascia una copia timbrata per ricevuta;

> spedita alla casella PEC istituzionale del Comune di Pollenza (pollenza.mc@legalmail.it).

 

In caso di cessionario comunitario: si consiglia di allegare copia del documento di identità del cessionario per evitare errori nella comprensione dei dati indicati nella denuncia.

In caso di cessionario non comunitario, uno dei seguenti documenti:

> copia del documento di soggiorno in corso di validità (es. permesso o carta di soggiorno) accompagnato dall’esibizione dell’originale;

> copia del documento di soggiorno scaduto e della documentazione di richiesta di rinnovo, nonché del passaporto, accompagnati dall’esibizione degli originali;

> in assenza del documento di soggiorno: copia del passaporto con visto di soggiorno valido al momento di presentazione della denuncia, accompagnato dall’esibizione dell’originale. La copia del passaporto deve comprendere la copertina, le pagine con i dati identificativi e le pagine recanti il visto valido.

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE

La comunicazione di cessione fabbricato deve essere fatta entro 48 ore dalla consegna dell’immobile, pena l’applicazione di sanzioni amministrative (da € 103 a € 1549).

 

SANZIONI

L’omessa denuncia comporta una sanzione amministrativa pecuniaria rispettivamente:

> da Euro 160,00 a Euro 1.100,00 per la violazione a quanto previsto dall’art.7 D.LGS. 286 del 25/07/1998 (comunicazione ospitalità cittadino straniero non comunitario);

> da Euro 103,90 a Euro 1.549,00 per la violazione a quanto previsto dall’art.12 D.L. 191 del 21/03/1978 (comunicazione cessione fabbricati).

Allegati

Modulo cessione di fabbricato [PDF - 99 KB - Ultima modifica: 10/02/2022]

Contenuto inserito il 14/04/2018 aggiornato al 03/10/2022

Informazioni

Nome della tabella
Riferimenti normativi
  • Art. 12 del D. L. 21.3.1978 n. 59 convertito in Legge 18.5.1978 n. 191 e s.m.i.
  • Responsabile del procedimento Sost. Comm. Nicolas Fulvi
    PEC: comune.pollenza.mc@legalmail.it
    Chi contattare IV – Polizia Locale
    Titolare del potere sostitutivo in caso d'inerzia Giuliana Appignanesi

    torna all'inizio del contenuto
    torna all'inizio del contenuto
    Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità